Informazioni e consigli sulla dentiera

Informazioni e consigli sulla dentiera

Dovete mettere la dentiera o conoscete qualcuno che la indossa? Ecco, in questo articolo trovate diverse informazioni e consigli sulla dentiera.

Spesso arrivano nei centri Cld pazienti che hanno qualche perplessità sulle dentiere e ci fanno domande che riteniamo interessante approfondire:


Tipi di dentiere

Prima di darvi consigli sulla dentiera, vediamo insieme quali e quante tipologie di dentiere esistono.

Può capitare, nell’arco della vita, di perdere dei denti a seguito di incidenti o malattie gravi come la parodontite (vi ricordate, ne abbiamo parlato in questo articolo). In questi casi vi verrà proposto di sostituire la vostra dentatura naturale con una dentiera parziale o completa.

Lo scopo delle dentiere non è solo quello di ridarvi un sorriso armonioso, ma anche di rendervi la vita più semplice, restaurando una masticazione adeguata ed evitare problemi posturali dovuti a disallineamenti. Ebbene sì, molti problemi a muscoli, ossa e alla postura sono dovuti a disfunzioni dell’articolazione temporo-mandibolare, che vengono curate da un esperto gnatologo.

A seconda del problema, verranno proposte dentiere diverse, ne esistono di 4 tipi: completa, parziale, fissa su impianto e fissa senza palato.


Dentiera completa

La dentiera completa è quella che sostituisce tutti i denti della mascella superiore o della mandibola inferiore. Potrebbe, però, sostituire in toto tutta la dentatura.

Questa soluzione è sicuramente meno costosa e meno impegnativa di un impianto dentale ma è bene sapere che è mobile all’interno della bocca del paziente. Oggigiorno non è una soluzione particolarmente usata, se non per le persone molto anziane che è bene che non si sottopongano ad interventi di implantologia dentale.


Dentiera parziale

La dentiera parziale è una soluzione consigliata se mancano uno o pochi denti, ma anche in questo caso è bene sapere che è una dentiera mobile: si appoggia sulle gengive e si ancora ai denti naturali laterali tramite degli appositi ganci. In questo caso è nostra premura essere particolarmente attenti e scrupolosi nella ricostruzione del colore della dentiera, in modo che vi sia un continuum estetico tra denti finti e denti naturali.

Anche in questo caso noi di Cld consigliamo sempre ai nostri pazienti di optare per un intervento di implantologia dentale.


Dentiera fissa su impianti

La dentiera fissa su impianti è di fatto una dentiera che, poggiandosi a degli impianti, si fissa alla bocca. Infatti, installando 2 o 4 impianti dentali (sulla mandibola e sulla mascella) è possibile fissare la protesi dentale. È una soluzione che richiede tempo e la sua posa avviene in un arco di quasi 6 mesi, tempo indispensabile per l’installazione degli impianti e la posa della dentiera fissa.

Qual è la differenza tra protesi dentale fissa e protesi dentale mobile?

La protesi dentale fissa non deve essere rimossa durante le operazioni di igiene e detartrasi, viene fissata alla mascella, mentre quella dentale mobile è attaccata ad altri denti tramite “ganci” e, se non ci sono altri denti naturali sani, si usano adesivi.

La dentiera mobile richiede una “manutenzione” frequente da parte di un odontotecnico, ma anche pulizia costante, mentre la protesi dentale fissa viene pulita esattamente come si puliscono tutti gli altri denti.

 

Dentiera fissa senza palato

La dentiera fissa senza palato è per coloro che non hanno più molti denti e non hanno abbastanza massa ossea per installare una dentiera fissa con impianti.

È una dentiera composta da denti artificiali e un “falso” palato, che si appoggia al palato del paziente e da false gengive tenute in posizione dall’osso della mandibola. Costituita da una speciale resina flessibile e infrangibile, è praticamente impossibile distinguere la differenza tra dentatura naturale e non.


Quando mettere la dentiera

Veniamo al primo dei consigli sulla dentiera: quando metterla?

Sicuramente la mancanza di alcuni denti influisce grandemente sulla decisione di indossare una dentiera, non esiste quindi un “tempo” in cui mettere o no la dentiera, esiste una necessità.

Ricordate sempre che i denti si muovono all’interno della bocca, la mancanza di anche un solo dente può portare a un disallineamento generale che rischia di compromettere masticazione, digestione e problemi di varie nature.

 

Consigli utili

Per scrivervi i consigli sulla dentiera abbiamo preso spunto dalle domande che più frequentemente ci pongono i nostri pazienti:


Come si pulisce la dentiera?

Pulire la dentiera è molto semplice, ma è una pratica che va fatta quotidianamente.

Si può utilizzare uno spazzolino e un prodotto apposito (fatevi consigliare dal vostro dentista o farmacista di fiducia). Esistono anche compresse effervescenti igienizzanti che vanno sciolte in un apposito contenitore, all’interno del quale lasciare la dentiera per 15-20 minuti, dopodiché ricordatevi sempre di sciacquare bene sotto l’acqua corrente prima di utilizzarla.


Come abituarsi alla dentiera?

Le dentiere possono essere un po’ fastidiose, specialmente all’inizio: abituarsi comporta un periodo di tempo che varia da persona a persona.

Il nostro consiglio è iniziare a masticare cibi morbidi, magari fatti a piccoli pezzettini, evitando consistenze dure o troppo appiccicose. Conversate da soli prima per allenare lingua, labbra e guance a ritrovare un’armonia di movimenti e suoni. Ricorrete ad adesivi dentali se ne sentite la necessità.

E, infine, chiedete consigli a dentisti esperti, se volete potete contattarci qui.