Cos’è la parodontite?

Cos’è la parodontite?

Avete male ai denti, presentate sintomi particolari e temete di avere la parodontite? In questo articolo noi di Cld vi spieghiamo cos’è la parodontite, come riconoscerla e quali sono i sintomi principali.

Ricordate sempre, però, di rivolgervi al vostro dentista di fiducia per farvi fare una visita specialistica e, se volete, potete prenotare un appuntamento presso i nostri studi cliccando qui.


Cos’è la parodontite? 

La parodontite è una malattia dentale, nota anche come piorrea. È una malattia vera e propria che, se non curata, porta alla distruzione dei tessuti gengivali che assicurano sostegno e stabilità ai denti, causandone la caduta. Infatti, spesso, il primo sintomo è proprio l’aumentata mobilità dentale che, in assenza di trattamenti specifici e professionali, progredisce.

È sicuramente una patologia da non sottovalutare perché ha conseguenza gravi e invalidanti.


Le cause della parodontite

Quali sono le cause della parodontite? La parodontite, così come la gengivite (di cui abbiamo parlato in questo articolo) è dovuta alla placca dentale che, nascondendo piccoli residui di cibo, fa crescere intere colonie batteriche.

I batteri aderiscono alla superficie dentale, creando il tartaro (vi ricordate? Ne abbiamo parlato qui) che è talmente duro e resistente che solo una seduta di igiene orale professionale può rimuoverlo.

Quando si trascurano i denti, ad esempio non seguendo la normale routine di igiene dentale, le gengive si ritirano (un evento chiamato “retrazione del solco gengivale”) fino a formare le cosiddette tasche parodontali. Sono delle vere e proprie “tasche” che contengono batteri che iniziano a infiammare e, successivamente infettare, le gengive fino ad arrivare al parodonto e alle ossa che sono alla base dei denti.


I sintomi della parodontite

Spesso, purtroppo, tutto avviene in modo asintomatico, tanto che la parodontite tende a progredire quasi senza che il soggetto se ne accorga. È inutile sottolineare che, più tardi viene diagnosticata, tanto più sarà difficile curare la malattia: basti pensare che i casi più gravi presentano una parodontite cronica.

Il parodonto, che sostiene il dente, è costituito da gengiva, fibre elastiche di collegamento, cemento radicolare e osso alveolare di sostegno. Il primo stadio si presenta come una gengivite acuta, con sanguinamento gengivale, piccoli traumi, rossori e gonfiori anomali.

I sintomi si dividono in precoci e tardivi.

I sintomi precoci:

  • Alito cattivo
  • Sanguinamento gengivale anche dopo lo spazzolamento dei denti o la masticazione di alimenti duri
  • Strano sapore in bocca
  • Rossore
  • Sensazione di rammollimento delle gengive
  • Sensazione di gonfiore delle gengive

I sintomi tardivi:

  • Forte sanguinamento
  • Alitosi
  • Recessione gengivale con esposizione delle radici
  • Comparsi di spazi tra i denti
  • Mobilità dentale
  • Fastidi e indolenzimento dei denti


Come curare la parodontite

La cura più efficace è la prevenzione: un’accurata e regolare pulizia dentale svolta da professionisti, e una corretta routine di igiene dentale possono prevenire del tutto il presentarsi della parodontite.

Sapete come si lavano bene i denti? Ve lo spieghiamo qui.