La corretta igiene orale

La corretta igiene orale

Come è una corretta igiene orale? Spesso noi di Cld incontriamo nuovi pazienti che manifestano perplessità su come attuare una corretta igiene orale.

Premettiamo che l’igiene orale è fondamentale per mantenere sani denti e tutta la cavità orale in generale, in tutte le sue componenti (denti, tessuti gengivali, ossa, legamenti parodontali).

Cos’è l’igiene orale

Noi di Cld consigliamo sempre di affidarvi a professionisti del settore per una seduta di igiene dentale professionale, da fare 2 volte all’anno.

Però, è bene sapere che anche la normale routine di igiene orale aiuta a mantenere sano un sorriso, prevenendo la formazione di carie, placca e tartaro. Prendersi cura del proprio sorriso è fondamentale, non solo per una motivazione estetica, ma anche e specialmente salutare.

L’igiene orale, è quindi quell’insieme di pratiche con cui ci prendiamo cura della nostra bocca: lavarsi i denti, passare il filo interdentale, usare lo scovolino e, volendo anche il collutorio. Il tutto, unito a controlli periodici presso il vostro dentista di fiducia.

Se siete alla ricerca di uno studio dentistico qualificato e altamente professionale, potete visitare il nostro sito.

Come si esegue una corretta igiene orale

Come si esegue una corretta igiene orale? Come abbiamo detto, è necessario accostare all’uso dello spazzolino, anche l’utilizzo del filo interdentale e dello scovolino, ma come si usano questi strumenti?

SPAZZOLINO

Sappiamo che lo spazzolino va scelto in base alle singole necessità, ne abbiamo parlato in modo più approfondito in questo articolo.

Dopo aver scelto la durezza delle setole e uno spazzolino manuale o elettrico, possiamo passare al lavaggio dei denti.

  • Il primo step è quello di inumidire le setole dello spazzolino, sui cui avremo messo un po’ di dentifricio. La quantità corretta di dentifricio non è quella che si vede nelle pubblicità, basta una goccia (grande quanto una tic-tac) perché l’effetto sia ottimale.
  • Posizionare le setole sulla gengiva, a contatto con il dente. Lo spazzolino deve avere un’angolazione un po’ piegata, di circa 45°.
  • Ruotare le setole dalla gengiva verso il dente, facendo movimenti circolari che vadano sempre verso l’interno della bocca.
  • Spazzolare per circa 3 minuti

È bene evitare movimenti orizzontali perché non rimuovono la placca e il tartaro, rischiano piuttosto di irritare le gengive.

Ricordate comunque di cambiare lo spazzolino quando le setole appariranno rovinate, quindi circa ogni 3-4 mesi.

FILO INTERDENTALE

Sappiamo che la prima cosa che si dimentica di fare è usare il filo interdentale, eppure è uno “strumento” tanto semplice quanto importante.

Il filo interdentale ci aiuta a rimuovere i residui di cibo tra i denti, così come il tartaro che si accumula negli spazi interstiziali. Questo non solo aiuta una corretta routine di igiene orale, ma previene anche tante infiammazioni gengivali e riduce il sanguinamento delle gengive.

Come si utilizza correttamente il filo interdentale?

  • Tagliate un segmento di filo (circa 20 cm), aiutandovi con l’apposita lametta già inserita neo contenitore.
  • Avvolgete le estremità del filo attorno al dito indice della mano sinistra e della sinistra.
  • Tendetelo e premetelo delicatamente sulla fessura che si trova tra i due denti.
  • “Abbracciate” il dente, tenendo sempre il filo interdentale teso a formare una “C”.

SCOVOLINO

Lo scovolino è un piccolo spazzolino, se ne trovano di due tipologie: quello costituito da filamenti di nylon morbidi intrecciati in un sottile filo di acciaio, oppure quello interamente in plastica anallergica.

Utilizzare lo scovolino è molto semplice:

  • Inumidire lo scovolino e inserirlo alla base dei denti, tra lo spazio interdentale
  • Eseguire piccoli movimenti “avanti” e “indietro”

 

 

Ecco come eseguire la corretta igiene orale!